martedì, Maggio 17, 2022

Centinaia di persone ai funerali di Gregorio Pagliucoli

Stamani c’è stato l’ultimo saluto a Gregorio Pagliucoli. L’allenatore delle giovanili del Montevarchi, scomparso improvvisamente nella notte tra sabato e domenica all’età di 44 anni, ha vissuto suo ultimo passaggio terreno, accompagnato da una moltitudine di persone. In prima fila i ragazzi del settore giovanile rossoblù, in tuta d’ordinanza, con al centro, ovviamente, i suoi “allievi”, la sua squadra, i vertici della società, rappresentanti degli altri club in cui ha militato, da calciatore, Figline e Sansovino. Ma soprattutto c’era la gente comune. Amici, conoscenti, semplici cittadini. Stracolma la Collegiata di San Lorenzo e moltissime persone anche in piazza Varchi. Al termine della cerimonia, un applauso generale ha accolto l’uscita della bara. Quando il feretro ha lasciato piazza Varchi, la moglie ha chiamato a se la squadra di Gregorio, i suoi ragazzi, per dire loro di continuare con determinazione la loro avventura, anche nel nome e in ricordo del suo allenatore, che ha lasciato questa vita terrena troppo presto.
La salma di Pagliucoli era arrivata nel tardo pomeriggio di lunedì direttamente da Siena, dopo era stata portata sabato notte. Enorme l’affluenza anche alle cappelle mortuarie dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia. Oggi, in occasione dei funerali, l’Aquila Calcio ha fermato tutte le attività. Sospesa anche l’attività all’interno della Salus di Terranuova, la struttura sportiva nella quale Gregorio svolgeva il Molte le testimonianze di affetto giunte alla famiglia, da parte di tanta gente. Amici, conoscenti, calciatori, ma anche semplici cittadini, colpiti dalla prematura scomparsa di un uomo nel pieno della vita. Anche l’associazione italiana allenatori, con in testa il presidente Renzo Ulivieri, ha voluto ricordarlo con una nota sul suo profilo social ufficiale. Gregorio Pagliucoli è morto praticamente nel sonno. Quando è scattato l’allarme, erano le 3 di notte, nella sua abitazione, in centro a Montevarchi, si sono precipitate le unità di soccorso, ma le disperate manovre salvavita, purtroppo, non hanno dato esito. L’ex calciatore non si è più ripreso. Una morte difficile da accettare, senza alcuna avvisaglia.

II funerale di stamani nelle foto di Sandro Merli

 

Marco Corsi
Direttore Responsabile