martedì, Maggio 17, 2022

Domenica al Fedini la Sangiovannese si gioca la stagione: vincere per evitare i playout

La Sangiovannese si giocherà la stagione questa domenica al Fedini contro le Badesse. Con una vittoria gli azzurri si garantirebbero la salvezza diretta, grazie alla regola della forbice: sarebbero infatti almeno otto i punti di distanza da una tra UniPomezia e Foligno, coinvolte nello scontro diretto. L’avversario non è però dei migliori: il Lornano Badesse occupa la quinta posizione, valida per i playoff, e avrà bisogno dei tre punti per garantirsi l’accesso agli spareggi, visto il vantaggio di un solo punto sulla Pianese, che sarà di scena a Livorno contro l’ultima in classifica.

Ha parlato ai nostri microfoni l’allenatore del Marzocco Aldo Firicano: “Sarà una partita difficile per entrambe, soprattutto sotto l’aspetto psicologico, perché tutte e due le squadre si giocano una stagione, ma lo sarà ancora di più per noi visto che il Badesse ha una classifica migliore ed è quindi sulla carta più forte”. Nonostante la differenza di classifica, va detto che nella gara di andata la Sangiovannese ha sfoggiato una delle sue migliori prestazioni di questa stagione, vincendo per 2-1.

Nel caso l’UniPomezia non vinca, potrebbe anche bastare un pareggio per evitare i play-out, ma l’obiettivo è la vittoria, senza fare calcoli: “Partite come queste vanno affrontate giocandole bene e con voglia di vincere, stando ben attenti a non farsi coinvolgere dalle emozioni. – continua Firicano – Il percorso fatto da quando sono arrivato è stato in crescendo, penso che in qualche situazione avessimo meritato anche di ottenere qualche punto in più, ma il campo ha parlato e adesso i ragazzi devono dimostrare di meritarsi la salvezza diretta sfornando una grande prestazione”.

Una gara dunque dal gran peso specifico quella in programma alle 16 di domenica: il tifo organizzato azzurro ha anche affisso in settimana due striscioni per incitare la popolazione sangiovannese ad accorrere al Fedini in sostegno alla squadra per quello che si spera sia l’ultimo atto di una stagione senz’altro sofferta.