venerdì, Settembre 30, 2022

Stamani incontro con il Mise sulla Fimer. La Regione Toscana: “La trattativa deve essere chiusa in maniera rapidissima”

Da settimane sindacati, istituzioni e lavoratori, sperano che sia quello decisivo. Ma fino ad ora tutti gli incontri sulla Fimer che si sono tenuti alla presenza del Ministero si sono rivelati infruttuosi. E anche per quello di stamani, l’ennesimo, non ci sono stati riscontri definitivi. Nel frattempo i sindacati sono pronti a farsi sentire con un’assemblea davanti ai cancelli della fabbrica. La Regione Toscana, presente all’incontro con Valerio Fabiani, il consigliere del presidente Giani su lavoro e crisi aziendali, ha dato le prime indicazioni sugli esiti del tavolo. “In agenda – ha detto – l’ultimo passaggio in ordine di tempo: la comunicazione fatta ai sindacati alcuni giorni fa sulla nomina del consiglio di amministrazione, una decisione dell’azienda che sposta l’amministrazione, finora in capo a un amministratore unico, in capo a un organo collegiale. Ma la vera partita – ha aggiunto Fabiani – la Regione intende giocarla perché si giunga rapidissimamente alla chiusura dell’accordo che ponga fine alla crisi finanziaria di un’azienda che agisce in un ambito strategico e coinvolge il destino di così tante famiglie”.
Fabiani ha ricordato che le scorse settimane la Regione Toscana ha organizzato, d’accordo con il Mise, incontri con i potenziali nuovi investitori ai quali hanno partecipato anche i sindacati. “Noi seguiamo questa vicenda fin da novembre, prima ancora che si aprisse il tavolo nazionale, siamo disponibili a fare la nostra parte per facilitare la chiusura positiva dell’accordo – ha concluso – Anche perchè vediamo con favore l’impiego di strumenti nazionali pubblici utili a irrobustire il capitale dell’azienda, contribuire a risolvere la crisi finanziaria e quindi come elemento di garanzia del lavoratori. Naturalmente serve anche la massima chiarezza da parte di Fimer”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile