lunedì, Agosto 15, 2022

Figline Incisa, dal 1°luglio scatta l’ordinanza per limitare l’uso dell’acqua potabile

Il caldo e l’assenza di piogge hanno spinto l’amministrazione comunale di Figline Incisa ad emettere un’ordinanza sulla limitazione del consumo idrico. Scatterà quindi dal 1° luglio il divieto di utilizzare acqua potabile, compresa quella dei fontanelli pubblici, per esigenze diverse da quelle igieniche e domestiche. Fino al 31 agosto non sarà quindi possibile usare acqua proveniente da acquedotti urbani e rurali per:innaffiare orti e giardini superiori a 500 mq (per quelli di grandezza inferiore, è necessario invece installare sistemi di automazione e sensori per limitare gli sprechi);lavare automezzi e veicoli;riempire piscine e vasche private;innaffiare vasi e fiori nei cimiteri pubblici e privati;alimentare gli impianti di climatizzazione;lavare le fosse biologiche;innaffiare e irrigare superfici adibite ad attività sportive.Restano esclusi dall’ordinanza gli utilizzi necessari al funzionamento di imprese e aziende. Le violazioni saranno punite dalla Polizia municipale, con sanzione amministrativa compresa tra 100 e 500 euro.Il Comune puntualizza che il provvedimento, richiesto dall’Autorità Idrica della Toscana a tutti i Comuni della Regione, viene preso dalla necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l’approvvigionamento del periodo estivo, reso particolarmente critico dall’aumento delle temperature, dalla scarsità delle precipitazioni e dai consumi per attività turistiche e irrigue.

Serena Paoletti
Redattrice