martedì, Febbraio 7, 2023

Scuola “Da Vinci” di Figline. L’amministrazione comunale elenca i tempi per gli interventi

L’amministrazione comunale di Figline Incisa rende noto il cronoprogramma per l’allestimento della sistemazione temporanea della scuola media Da Vinci che nel 2022/23 si trasferirà presso i locali dell’Oratorio Don Bosco. Ultimate le procedure, i primi interventi prenderanno il via dalla prossima settimana, poi un agosto di lavori senza sosta per arrivare pronti alla prima campanella del nuovo anno scolastico. All’Oratorio saranno collocati moduli scolastici prefabbricati, per consentire l’intervento di miglioramento antisismico della storica sede di via Garibaldi, un’operazione da 2,5 milioni di euro. Il cronoprogramma è stato condiviso con la dirigente scolastica Lucia Maddii e con i genitori degli studenti iscritti.Il contratto di affitto per gli uffici del Palazzo di vetro di via Degl’Innocenti che ospiteranno la segreteria scolastica è già stato stipulato. A questo seguiranno, dalla prossima settimana, gli atti e la firma del contratto di locazione per le aule dell’Oratorio Don Bosco. Pronti per partire con i lavori di miglioramento e adeguamento che l’Oratorio stesso, in qualità di proprietario, eseguirà sull’impianto di riscaldamento, nei bagni e negli spazi esterni, e che andranno avanti fino a fine agosto. Contemporaneamente si lavora al noleggio dei moduli scolastici prefabbricati, che amplieranno il polo educativo dell’Oratorio Don Bosco e ospiteranno 7 delle 12 classi della Da Vinci. Gli atti necessari per bandire la gara sono in fase di redazione e l’affidamento è previsto entro fine mese. Nel frattempo, il Comune predisporrà i sottoservizi necessari. I moduli arriveranno alla fine di luglio e il loro montaggio, a cura della ditta affidataria, proseguirà per tutto il mese di agosto. Resteranno poi alcuni lavori di rifinitura, da chiudere entro la prima di settembre, e il trasloco di banchi, sedie, lavagne multimediali e altri arredi dalla sede di via Garibaldi, un’operazione che richiederà un paio di settimane, in tempo per l’inizio del nuovo anno scolastico, giovedì 15 settembre.L’affitto dei locali dell’Oratorio Don Bosco ha un canone di 50mila euro per un anno. Quello dei locali della segreteria circa 15mila euro, sempre per 12 mesi. Il noleggio dei moduli scolastici prefabbricati sarà affidato per un importo di 245mila euro, dei quali 150mila euro saranno finanziati da fondi regionali destinati alle scuole interessate da lavori di messa in sicurezza. L’importo mancante verrà coperto da fondi prelevati dall’avanzo di amministrazione del bilancio consuntivo 2021, senza intaccare altri capitoli di spesa già impegnati.

“Quello sulla Da Vinci è un lavoro partito da lontano- spiegano la sindaca Giulia Mugnai e l’assessora alla Scuola, Francesca Farini- che ha portato ad avere un progetto da 2,5 milioni di euro già pronto, approvato e finanziato per oltre metà da fondi Pnrr, riconosciuti mesi fa da un bando ministeriale che aveva assegnato al Comune 1,3 milioni, e con il resto delle coperture finanziarie già previste a bilancio. Senza questa programmazione, oggi non avremmo né il progetto né le risorse. Così invece, in poche settimane abbiamo messo a punto una soluzione temporanea che consentirà la didattica in presenza in un’unica sede per tutti i circa 250 studenti, anticipando quello che sarebbe stato fatto tra un anno con caratteristiche e costi del tutto simili. Il percorso è chiaro e le operazioni stanno andando avanti come da programma. Continuiamo intanto a lavorare sull’affidamento dei lavori alla sede di via Garibaldi, anche avvalendoci delle procedure di urgenza per ridurre i tempi. Il capitolato prevede condizioni molto stringenti, con doppi turni di lavoro quotidiani, il sabato riconosciuto come giorno lavorativo e la possibilità di aggiungere anche la domenica, con l’obiettivo di tornare in classe nel settembre 2023, in una scuola completamente rinnovata.”

 

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice