lunedì, Agosto 15, 2022

San Giovanni. Compie atti osceni in presenza di una minore e poi colpisce i militari intervenuti. Arrestato

Sconcertante episodio nella prima serata di ieri nel parcheggio di un supermercato di San Giovanni Valdarno. I Carabinieri della stazione di Montevarchi sono infatti intervenuti poiché era stata segnalata la presenza di un uomo che stava compiendo atti osceni in luogo pubblico. Poco prima era giunta una chiamata di emergenza alla Centrale Operativa in quanto una donna, in macchina con la piccola figlia di 7 anni, era stata avvicinata da un uomo di circa trent’anni che si era abbassato i pantaloni, mostrando i genitali. Le urla della giovane madre, sconvolta dalla scena, avevano attirato l’attenzione di alcuni passanti, che accorsi in suo aiuto, l’avevano convinta a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Immediato, quindi, l’arrivo di due pattuglie che in quel momento si trovavano in servizio di perlustrazione, unitamente alle gazzelle dell’Aliquota Radiomobile.
Appena giunti sul posto, i Carabinieri sono riusciti ad individuare e a bloccare il soggetto ed a prestare i soccorsi alla giovane donna, che si trovava in evidente stato di agitazione. Hanno dovuto calmare anche gli animi degli altri presenti, alcuni clienti del supermercato che, allertati dalle grida di aiuto della donna, si erano precipitati fuori e con toni piuttosto alterati nei confronti dell’uomo. Prima che la situazione potesse precipitare, gli uomini in divisa hanno deciso di accompagnare il giovane in caserma, per approfondire l’accaduto.
Da una breve indagine, aiutata anche da alcune testimonianze, è stato appurato che il trentenne, in evidente stato di ebrezza alcolica, si era avvicinato all’autovettura occupata da una donna. La signora aveva terminato di fare la spesa e si accingeva a ripartire dopo aver sistemato la piccola figlia di sette anni sui sedili posteriori dell’auto. L’uomo si è avvicinato al finestrino posteriore e dopo essersi calato i pantaloni, ha iniziato a toccarsi nelle parti intime davanti alla bambina. La madre, accortasi del fatto, è scesa immediatamente dall’autovettura per mettere in sicurezza la figlia, gridando e chiedendo soccorso.
Allertati dalle grida, sono accorsi alcuni clienti del supermercato che hanno impedito all’uomo di allontanarsi, in attesa dell’intervento dei Carabinieri. Una volta in caserma, nel corso della compilazione degli atti e dell’espletamento degli accertamenti di rito, il soggetto ha però dato in escandescenze, e nel tentativo di non farsi identificare, ha opposto resistenza, sferrando dei colpi al volto di un militare. A quel punto, gli uomini dell’Arma lo hanno bloccato e arrestato e lo traevano in stato di arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale. Si è preso anche una denuncia denunciato per atti osceni di fronte ad una minore.