lunedì, Agosto 15, 2022

Figline Incisa, ideaComune chiede alla Amministrazione comunale di collocare i seggi elettorali fuori dalle scuole

L’associazione ideaComune torna nuovamente a chiedere all’amministrazione comunale di Figline Incisa di collocare i seggi elettorali fuori dagli edifici scolastici  in vista delle consultazioni del 25 settembre prossimo e, più in generale, a portare avanti una discussione proficua sul mondo della scuola.  “Nella nostra ultima lettera aperta indirizzata alla Sindaca-scrive ideaComune – abbiamo avanzato alcune domande alle quali abbiamo ricevuto tempestiva risposta e per questo esprimiamo il nostro ringraziamento. Con piacere abbiamo anche notato che nell’ultimo consiglio comunale, come auspicavamo nella nostra ultima uscita, si è riservato uno spazio alla discussione sulla scuola e ci piace pensare che questo intervento, seppur limitato, rappresenti l’apertura di una nuova fase di attenzione costante e sistematica al mondo della scuola da parte di tutte le forze presenti in consiglio comunale, di maggioranza e di opposizione. Positivamente accogliamo anche il fatto che l’amministrazione comunale abbia seguito la richiesta dei genitori di redigere un cronoprogramma dei lavori sulla Leonardo da Vinci e di fornire gradualmente informazioni circa il procedere dei lavori.Nella lettera aperta, tuttavia, si poneva anche un ulteriore quesito sull’esistenza o meno di una pianificazione a medio e lungo termine condivisa con le istituzioni scolastiche per realizzare lavori necessari e in attesa di essere svolti da tempo, fuori però da un contesto di emergenza-urgenza. Fra questi, non ultima- scrive l’associazione- risulta sicuramente la questione dei seggi elettorali. Ci dispiace che tale quesito sia rimasto senza risposta, poiché esso rappresenta per noi un elemento di reale cambiamento di rotta rispetto al passato. Le ultime azioni sulla scuola, infatti, pur condividendole e apprezzandone la prontezza con cui sono state realizzate, rientrano in una modalità di lavoro che non condividiamo e che vorremmo vedere superata: quella dell’emergenza-urgenza. Al contrario, ribadiamo la nostra convinzione che una pianificazione seria ed accurata risultante da un confronto con la scuola, costantemente e sistematicamente monitorata nelle sue fasi di realizzazione, sia l’unica strada per rinnovare in modo efficace ed efficiente i plessi scolastici della nostra città evitando sprechi di denaro pubblico.Nell’immediato futuro, chiediamo quindi all’amministrazione comunale di individuare sedi alternative per tutti i seggi elettorali come si è saputo trovare una sede alternativa ai seggi elettorali in situazione di emergenza con la chiusura della Leonardo da Vinci in occasione del referendum del 12 giungo scorso, in modo da chiudere definitivamente la “stagione” dei seggi nelle scuole come indicato dalla circolare ministeriale n.4/2021  come sollecitato dall’Associazione Nazionale Presidi e come di fatto già molte altre città italiane piccole, medie o grandi stanno già facendo.”  L’associazione inoltre auspica la creazione di un tavolo di confronto interistituzionale per l’edilizia scolastica che possa generare soluzioni condivise e possa garantire la realizzazione di  tutti quei piccoli e grandi interventi per dare finalmente alle alunne e agli alunni di Figline Incisa   plessi scolastici sicuri, belli e funzionali.

Serena Paoletti
Redattrice