lunedì, Novembre 28, 2022

La salma di mons. Simoni sarà esposta a Fiesole: oggi alle 21 una veglia di preghiera in cattedrale. Mercoledì i funerali a Prato

Ha suscitato profondo in cordoglio in Valdarno la notizia della morte del Vescovo emerito di Prato mons. Gastone Simoni, originario di Castelfranco di Sopra. Si è spento ieri sera all’età di 85 anni nella casa di cura di Villa Torregiani a Fiesole dove era ricoverato da metà agosto per un ictus che non gli ha lasciato scampo.
La salma sarà esposta a partire dalle 17 di oggi nella cattedrale di Fiesole, diocesi di cui era originario ed è stato vicario generale, e alle 21 si terrà una veglia di preghiera.
Domani la cattedrale di Fiesole sarà aperta dalle 8. Nel pomeriggio, alle 15, solenne messa di suffragio presieduta dal vescovo di Fiesole monsignor Stefano Manetti e concelebrata dal vescovo di Prato monsignor Giovanni Nerbini insieme ai vescovi di origine fiesolana.
Alle 17,30 la salma di monsignor Simoni arriverà a Prato e sosterà nella chiesa di San Domenico per essere esposta alla preghiera dei fedeli. Alle 21 recita del rosario presieduto dal vescovo Giovanni Nerbini. La chiesa sarà aperta fino a mezzanotte.
I funerali si terranno mercoledì 31 agosto alle 10,30 nella cattedrale di Prato, dove la salma verrà trasferita dalle ore 7 della mattina.
Cordoglio ai familiari e alla città di Prato è stato espresso anche dal presidente della Regione Eugenio Giani e dall’intera giunta regionale: “La parola pastore – ha sottolineato – racconta il senso più vero dell’esperienza ecclesiale di monsignor Gastone Simoni, vescovo emerito di Prato”.
Simoni, ha proseguito Giani, è stato il rappresentante di una Chiesa sempre vicina ai bisogni della sua comunità, dove mai era decisivo l’essere credenti o no e questo ne ha fatto un punto di riferimento solidissimo per società civile e istituzioni.