martedì, Dicembre 6, 2022

Figline Incisa, terminano i centri estivi 2022. Oltre mille i bambini iscritti

Con l’ultimo giorno di “Spazi infiniti”, il progetto educativo gratuito per la fascia 7-14 anni curato dalla cooperativa L’Inchiostro, si chiude questa settimana la stagione dei centri estivi del Comune di Figline Incisa. Il consuntivo è più che positivo: vi hanno partecipato oltre mille bambini da zero a 14 anni, undici le settimane di attività, nove i progetti educativi, in parte gestiti direttamente dal Comune e in parte organizzati da sette associazioni del territorio, oltre 110mila euro di risorse comunali investite. Tante proposte diverse, dalle esperienze nella natura alle attività nei luoghi della cultura, oltre a sport, laboratori, giochi, letture animate e piccole gite. In dettaglio, sono 106 i bambini nella fascia 0-3 anni che hanno partecipato ai centri estivi nei nidi d’infanzia comunali (199 le presenze totali, considerando che alcuni bambini hanno frequentato i centri per più di un turno), 88 quelli della fascia 3-6 anni presso le scuole dell’infanzia di Ponte agli Stolli e San Vito (217 presenze), e 973 le presenze registrate ai centri estivi 6-14 anni gestiti dalle associazioni, per un totale di 1.389 presenze. Le associazioni, selezionate tramite un avviso pubblico, sono: Archeo Farm, Atletica Futura, Centro Internazionale Loppiano, Conkarma, Gruppo sport e cultura, OratoriAmo e Associazione Salve! Health to Share. “Anche nel periodo estivo, quando la scuola è in pausa, è importante garantire un presidio educativo, inclusivo e accessibile ai ragazzi del nostro territorio e alle loro famiglie- ha commentato l’assessora alla cultura Francesca Farini-.  L’Amministrazione ha investito per realizzare anche quest’anno un’offerta ampia di centri estivi a costi calmierati o gratuiti, dando a centinaia di giovanissimi la possibilità di scegliere tra tante proposte diverse. Abbiamo scelto la formula dei voucher, erogando buoni fino a 150 euro alle famiglie con Isee non superiore a 30mila euro, una soluzione che ha dimostrato di poter assicurare un’ampia partecipazione. Ringraziamo tutte le associazioni e gli operatori che per tutta l’estate si sono occupati dei centri estivi”.

 

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice