lunedì, Novembre 28, 2022

Pronta la sede provvisoria della scuola “Leonardo Da Vinci” di Figline. Visita questo pomeriggio dei genitori e degli alunni

Open day questo pomeriggio alla sede temporanea della Leonardo da Vinci di Figline che per l’anno scolastico 2022/2023 ha traslocato negli spazi dell’Oratorio Salesiani e che è stata visitata dai genitori dei 255 alunni pronti ad utilizzarla da domani. Ad accompagnarli la Direzione scolastica, l’ Amministrazione comunale e i suoi tecnici che hanno eseguito in tempi assai veloci le procedure e gli interventi funzionali ad avere, fin dal primo giorno di rientro in classe, spazi consoni alle esigenze sia degli alunni che del personale scolastico.

Sentiamo la sindaca di Figline Incisa Giulia Mugnai 

Soddisfazione per la soluzione trovata è stata espressa dalla dirigente scolastica Lucia Maddi e dal presidente del Consiglio di Istituto Riccardo Caverni 

Alcune foto scattate durante l’open day di oggi 

 

Oltre agli aspetti logistici e strutturali, un’importante novità per la scuola Da Vinci riguarda il progetto “scuola diffusa”: un modo innovativo di prevedere i laboratori scolastici in spazi posti nelle immediate vicinanze della sede temporanea della scuola e offrire nuove opportunità didattico-educative agli studenti. L’Amministrazione comunale, oltre a mettere a disposizione la Biblioteca comunale Ficino, il Teatro Garibaldi e il Palazzo Pretorio, ha quindi coinvolto con questa finalità le realtà più prossime, quali la Parrocchia Salesiani, il Circolo Arci, il Circolo Fotografico Arno, Cinema Salesiani e la Uisp (per la piscina comunale). Inoltre, sta concordando con la Basket Don Bosco la possibilità di utilizzare anche i suoi spazi, non appena gli interventi previsti sul palazzetto dello Sport saranno terminati. Intanto, si va avanti anche con gli ultimi step progettuali che riguardano l’intervento di miglioramento sismico dell’edificio scolastico di via Garibaldi. A questo proposito, ieri l’Amministrazione comunale, la Dirigenza scolastica e una rappresentanza del Consiglio di Istituto hanno incontrato i progettisti incaricati di redigere il progetto dal valore di circa 2,5 milioni di euro (di cui 1,4 finanziati con fondi PNRR). Obiettivo: presentare gli interventi e condividere alcune soluzioni progettuali, nell’ottica di tener conto delle esigenze di insegnanti e alunni nell’adattare gli spazi interni alle necessità della didattica. Nelle prossime settimane il progetto definitivo ed esecutivo sarà approvato, in modo da procedere poi con l’indizione e l’aggiudicazione della gara d’appalto entro fine anno, che consentirà di avviare gli interventi dal gennaio 2023.

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice