lunedì, Novembre 28, 2022

Serie D: La Sangio affronta l’Arezzo per una sfida da cuori forti. Prevendita attiva fino a domani mattina

Il campionato di serie D sta entrando nel vivo e alla terza giornata il calendario prevede già una bella sfida tra Sangiovannese ed Arezzo che tra l’altro, assieme alla Pianese, sono le uniche squadre ad aver raccolto due vittorie in altrettante partite in avvio di torneo. Gli amaranto guidati dall’ex e temuto Indiani e dietro la scrivania da Giovannini, direttore generale ex Pontedera, è la vera favorita per la vittoria finale per tentare un veloce ritorno tra i professionisti. Da parte loro gli azzurri guidati magistralmente da Aldo Firicano stanno provando a recitare il ruolo della mina vagante e le vittorie con Ostiamare e Livorno stanno lì a dimostrarlo. La sfida, per i noti lavori che stanno interessando il Fedini di San Giovanni, si svolgerà al comunale di Figline Goffredo Del Buffa che così tornerà ad ospitare una sfida di cartello per tutta la zona a distanza di qualche anno dall’ultima volta. Sugli spalti si annuncia il sold-out, i botteghini dell’impianto saranno chiusi prima della partita e la prevendita rimarrà attiva anche domani mattina dalle ore 10 alle ore 12 presso la sede della Sangiovannese in Piazza Palermo (biglietto di tribuna al costo di 15 euro) dove sarà possibile anche sottoscrivere la tessera di abbonamento per la stagione 2022 – 2023. Sul piano dell’ordine pubblico non si registrano particolari criticità vista la non rivalità tra le due tifoserie anche se certamente la non felice decisione di ospitare tifosi di due fedi diverse nello stesso settore dell’impianto non aiuta certo a tenere gli animi distesi, in una sfida che si annuncia già di importantissimo valore nonostante si sia solo alla terza giornata. Molto netta la presa di posizione del tifo organizzato azzurro che ha diffuso un comunicato ma che nonostante alcune rimostranze non abbandonerà la squadre seguendola in massa a Figline. Considerata l’importanza del match è prevista anche la diretta televisiva su Teletruria. Andando nello specifico delle squadre: il Marzocco dovrebbe presentarsi con il consueto 4-3-1-2 che fino ad ora ha mostrato i suoi frutti in questo avvio di torneo. Cipriani tra i pali; a destra Baldesi (’01), centrocampista traslocato sull’out difensivo, sul lato opposto Dodaro (’03), centralmente il capitano Rosseti, capitano degli azzurri, e Milani. In mediana Sacchini (’02) a dettare i ritmi affiancato da Poli e Miccoli, anche se alle sue spalle scalpita Migliorini. Sulla trequarti Nannoni (’04), in avanti Boix come riferimento, attaccante strutturato ma dai piedi buoni, e Bellini, libero di svariare su tutto il fronte offensivo. Sulla sponda amaranto da tenere d’occhio Convitto, Diallo e Settembrini in una rosa profonda che soprattutto dalla cintola in su può impensierire tutte le difese del girone.

Lapo Verniani
Lapo Verniani
Redattore