venerdì, Settembre 30, 2022

Secondo ponte sull’Arno tra Figline e Reggello. Fratelli d’Italia. “Chiederemo l’intervento del nuovo Governo”

La realizzazione del secondo ponte sull’Arno tra Figline e Reggello sarà portata all’attenzione del prossimo governo. Questa la promessa che ha fatto Francesco Michelotti, candidato alla Camera dei Deputati per Fratelli d’Italia nel collegio che comprende anche parte del Valdarno Fiorentino. Di questa opera si discute ormai da un decennio e viene ritenuta fondamentale per il rilancio del territorio del Valdarno Fiorentino. Michelotti, attuale asessore all’ edilizia pubblica del Comune di Siena, nel corso di una recentissima visita nel territorio, ha annunciato che discuterà dell’infrastruttura con il prossimo Ministro. “Se la Regione Toscana non è capace di dare inizio ai lavori, è necessario attivare i poteri sostitutivi dello Stato per rendere anche il Valdarno uno snodo fondamentale e facilitare tutti i cittadini della vallata”, ha detto.
Sulla vicenda è intervenuto anche il
consigliere capogruppo in Regione Torselli. “Ogni anno, in sede di discussione del bilancio, la Regione presenta l’elenco delle opere infrastrutturali da realizzare. E, puntualmente, ogni anno, l’avvio di queste opere viene rimandato all’anno successivo. Secondo voi, questo è il ‘buon governo’ di cui parla la sinistra? – si è chiesto – No! Questa è la maniera migliore per far sì che la Toscana si ritrovi – nel giro di pochi anni – ad avere un gap infrastrutturale incolmabile neo confronti delle altre regioni del centro-nord”.
La realizzazione del secondo ponte sull’Arno è stata al centro anche di una serie di dichiarazioni da parte del consigliere capogruppo dell’area metropolitana Claudio Gemelli, del capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale a Reggello Oleg Bartolini e del responsabile di FdI di Figline Incisa Enrico Venturi.“Le Giunte di Centrosinistra non si sono mai impegnate veramente nei confronti dei loro esponenti regionali, accontentandosi delle loro promesse e dell‘ampliamento della rotonda di Matassino, ancora da realizzare, che certamente non risolverà il problema del traffico della nostra vallata”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile