mercoledì, Ottobre 5, 2022

Arrivati a Cavriglia i ragazzi del progetto europeo di Arci Valdarno e dell’Amministrazione comunale “Bricks made of words”

Arrivati nel Comune di Cavriglia questa mattina i giovani ricercatori, provenienti da diverse parti di Europa, selezionati per il progetto europeo sponsorizzato da Arci Valdarno “Bricks made of words: building Europe again through dialogue”.
I ragazzi hanno visitato questa mattina i luoghi del comune di Cavriglia teatro dei massacri nazisti come Meleto e Castelnuovo dei Sabbioni, raccogliendo anche la testimonianza di alcuni sopravvissuti alle stragi.
Durante il soggiorno della durata di tre giorni, i giovani ricercatori universitari, attraverso laboratori, workshops e visite studio, svilupperanno un pensiero critico sulle questioni su cui il progetto si focalizza: memoria, storia, ambiente, immigrazione, occupazione, diritti umani e civili e molto altro. Infine, con il dibattito e lo scambio di opinioni, verrà realizzato un documento contenente tutte le idee e i suggerimenti da presentare a Bruxelles ai decisori politici dell’UE.
“È una grande soddisfazione per la nostra Amministrazione aver conquistato questo bando europeo con Arci Valdarno relativo alla costruzione della memoria – hanno detto il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni e il Vicesindaco Filippo Boni -. Questo gruppo di brillanti ricercatori provenienti da tutta Europa avrà l’opportunità di visitare i luoghi dei nostri massacri, parlare con i testimoni e capire dove nascono le radici insanguinate dell’Europa unita. La nostra è una comunità molto sensibile alla memoria e in pochi luoghi come questo è stato duro il prezzo da pagare per gli 80 anni di pace che sono seguiti al secondo conflitto mondiale. Averne consapevolezza sia un monito per le future generazioni”.
Domani poi il gruppo farà visita ai luoghi dei massacri dei Comuni di Civitella della Chiana e Bucine. L’ultimo giorno infine i ricercatori assisteranno ad uno spettacolo teatrale a cura di Diesis Teatrango nel Teatro Comunale di Cavriglia insieme agli studenti dell’Istituto Dante Alighieri.