venerdì, Settembre 30, 2022

La moglie dell’Ambasciatore italiano ucciso in Congo il 2 ottobre alla festa della Fraternita della Visitazione di Piandiscò

La moglie dell’ambasciatore Luca Attanasio, il diplomatico italiano, ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo ucciso nel febbraio del 2021 a seguito di un agguato, il 2 ottobre prossimo sarà in Valdarno. Zakia Seddiki parteciperà infatti alla festa annuale della Fraternità della Visitazione a Piandiscò. Quest’anno il tema è “Fare casa è questione di cuori e non di mattoni”. Alle 17 verrà celebrata la Santa Messa dal vescovo di Fiesole Stefano Manetti. A seguire l’incontro con la donna, che aveva conosciuto l’ambasciatore a Casablanca nel 2010. All’epoca Attanasio era console generale d’Italia, mentre lei era attività per i diritti umani di donne e bambine.
Il 22 febbraio 2021 il convoglio del Programma alimentare mondiale diretto a Rutshuru, sul quale Attanasio viaggiava assieme ad altre sei persone legate alla MONUSCO (missione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione della Repubblica Democratica del Congo), giunto nei pressi di Kibumba, a nord di Goma, vicino al parco nazionale dei Virunga e al confine con il Ruanda, fu stato attaccato da alcuni uomini armati di fucili mitragliatori, in un tentativo di rapimento, poi fallito. Ferito gravemente all’addome, Attanasio morì poco dopo presso l’ospedale dell’ONU di Goma. Oltre al diplomatico, rimasero uccisi l’autista del convoglio Mustapha Milambo e il carabiniere della scorta, Vittorio Iacovacci, 30 anni, originario di Sonnino, in provincia di Latina. L’iniziativa con Zakia Seddiki si concluderà alle 19.30.

Marco Corsi
Direttore Responsabile