mercoledì, Novembre 30, 2022

La Misericordia di Cavriglia riceve un riconoscimento nazionale per la gestione del covid

Sono passati più di due anni da quei terribili momenti. Gli italiani in casa e gli ospedali pieni per una terribile pandemia che stava seminando morte e terrore. Ma loro, gli uomini e le donne della Misericordia, non potevano rimanere rinchiusi tra le mura di casa, dovevano offrire un servizio, magari mettendo a rischio, soprattutto nei primi mesi, le loro vite. Non sono eroi e non vogliono nemmeno essere chiamati eroi, sono semplicemente un fiore all’occhiello dell’Italia di ieri e di oggi. E il Valdarno ovviamente non ha fatto eccezione. Proprio in questi giorni la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, su deliberazione del Consiglio e rappresentata dal Presidente Nazionale, ha conferito alla Sezione cavrigliese della Misericordia di San Giovanni Valdarno un attestato di benemerenza per “la generosa abnegazione con la quale ha parecipato all’organizzazione delle azioni di contrasto alla Pandemia da Covid-19. Con carità, passione ed encomiabile spirito di servizio ha contribuito a soccorrere e sostenere la popolazione alleviando le sofferenze e i disagi delle nostre comunità così duramente provate dal complicato momento.”
Queste le parole riportate nell’attestato di benemerenza, che rappresenta un motivo di orgoglio e di soddisfazione non solo, ovviamente, per i Confratelli della Misericordia di Cavriglia che mettono a disposizione della comunità il loro tempo e le loro energie, togliendoli spesso alle loro famiglie, ma anche per l’Amministrazione Comunale che si è detta orgogliosa di ospitare nel comune una realtà così dedita al bene comune.
“Con profonda soddisfazione ho accolto la notizia del riconoscimento della benemerenza alla Misericordia di Cavriglia che, con passione, amore per il prossimo e profonda dedizione ha gestito l’emergenza pandemica e continua ogni giorno a mettere il proprio operato a servizio della comunità tutta”, ha sottolineato il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni.
Dello stesso tenore la reazione del Responsabile della Sezione della Misericordia di Cavriglia, Gabriele Parti: “ Sono commosso nel vedere un riconoscimento così prestigioso che premia il lavoro di tutti i volontari impegnati quotidianamente a Cavriglia: quello che anima il nostro lavoro è sicuramente dettato dal cuore.”

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile