lunedì, Novembre 28, 2022

“Fratelli d’Italia è il primo partito ad Arezzo e in provincia”. La soddisfazione del segretario provinciale Lucacci

“Siamo il primo partito ad Arezzo e in provincia, aumentando sensibilmente la media nazionale e questo grazie alla propria classe dirigente locale”: lo ha detto, soddisfatto, il segretario provinciale Francesco Lucacci, che ha ricordato come questi dati confermino
il buon governo in tanti Comuni della Provincia dove FdI è maggioranza e il grande lavoro svolto sul territorio dai dirigenti comunali e dal coordinamento provinciale.
“Fare rete e far crescere nuove figure locali e puntare sulle competenze ha pagato, sfidare i nostri competitor sui temi e non su battaglie di retroguardia ha reso Fratelli d’Italia una forza politica matura, seria e affidabile – ha aggiunto – Il risultato ci carica di responsabilità, non solo verso le istituzioni che amministriamo, ma nei confronti della coalizione di centro destra che siamo chiamati a guidare verso nuovi importanti obiettivi, con all’orizzonte una vittoria in Regione Toscana. Per la provincia di Arezzo, la più governata dal centro destra in Toscana, si aprono scenari pieni di possibilità che dovremo riuscire a cogliere, avremo molti rappresentanti toscani in Parlamento e forse al Governo: un momento irripetibile per rilanciare Arezzo e tutta la provincia intercettando risorse e progettualità fino ad oggi arrivate col contagocce”.
“Arezzo dovrà prendersi il posto che merita nello scenario nazionale, grazie alle sue eccellenze che da oggi potranno contare su interlocutori diversi e sicuramente più concreti – ha proseguito – Ringraziamo tutte le donne e gli uomini di Fratelli d’Italia che hanno reso possibile questo risultato mobilitandosi in ogni parte della nostra provincia e ovviamente un immenso grazie a Giorgia Meloni che con la sua tenacia ha dimostrato a tutti che non servono le quote rosa per affermare il valore di una donna: in politica paga e serve impegno, sacrificio, studio e tanta passione. Fratelli d’Italia consegna alla nostra Nazione il primo Premier donna, un evento storico che va ben oltre i confini della politica, è una svolta culturale”.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile