lunedì, Novembre 28, 2022

Scooter volanti a batteria prodotti a Pieve a Presciano. Veri e propri gioielli tecnologici per il trasporto umano

Il Valdarno al centro di un progetto di altissima tecnologia messo a punto da un’azienda svedese nella vecchia Filanda di Pieve a Presciano, nel comune di Laterina Pergine Valdarno. L’area di questa ex fabbrica adibita a produzione della seta e poi riadattata alla produzione di paracaduti presenta, nei campi limitrofi, una aviosuperficie con una pista di 800 metri già utilizzata per atterraggio e decollo di piccoli aerei. È stata individuata come base operativa per la produzione e i test di droni monoposto all’avanguardia e per questo è stata acquistata dalla Jetson, azienda con sede in Svezia, che ha sviluppato un drone per trasporto umano. Già, perché l’obiettivo è quello di dare una svolta decisiva alla mobilità, consentendo all’utente di utilizzarlo, magari, per andare al lavoro. Una rivoluzione, che prende forma in questo angolo di Valdarno. La Jetson commercializzerà il velivolo a partire dal 2023. Il costo si dovrebbe aggirare attorno agli ottantamila euro. E che Pieve a Presciano sia stata scelta per realizzare questi veri e propri gioielli tecnologici è un orgoglio e un vanto per la piccola comunità del Comune di Laterina Pergine Valdarno, come ha sottolineato anche il sindaco Simona  Neri. L’azienda svedese vi ha realizzato il settore Ricerca e Sviluppo, ma chi vorrà acquistare il drone dovrà venire qui per una sorta di scuola guida e per provare di persona l’ebbrezza del volo.
Il progetto dello scooter volante, che prende il nome di “One” è stato messo a punto dallo svedese Peter Ternstrom e dal polacco Tomasz Patan. Il velivolo ha quattro motori e senza batterie pesa appena 40 kg. Ha un’autonomia in volo di circa 20 minuti ma nel 2024 l’azienda sta pensando a nuovi modelli con un’autonomia più elevata. Il software fa quasi tutto e il mezzo è semplicissimo da pilotare. Il drone si tiene in equilibrio da solo, basta ad esempio spingere un pulsante per decollare o tornare alla base. Ma volendo si può inserire il controllo manuale. Insomma un vero e proprio gioiello che nasce in Toscana.

Ecco il primo volo dello scooter volante

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile