domenica, Novembre 27, 2022

I giovani dell’ANCI ospiti a Bruxelles per una due giorni di formazione sull’inclusione

Il 27 e 28 settembre 2022 a Bruxelles si sono tenuti incontri e seminari tecnici con le Istituzioni europee organizzati dall’Anci in collaborazione con il Dipartimento per le politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei ministri in occasione dell’Anno europeo dei giovani. Alla due giorni hanno partecipato gli attuali componenti del Coordinamento Nazionale di Anci Giovani, organo della Consulta che in Anci conta una rappresentanza di circa 20mila giovani amministratori (under 35) dei Comuni italiani. Parallelamente Anci, in accordo con il Dipartimento per le politiche giovanili, ha invitato anche gli ambassador, giovani selezionati attraverso un bando del Dipartimento per le politiche giovanili e dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, per una maggiore condivisione e partecipazione democratica. 

L’oggetto dei seminari si è focalizzato sull’approfondimento degli strumenti attivi in ambito europeo per favorire l’inclusione all’interno delle comunità e delle città. L’evento ha centrato l’attenzione sulla necessaria interlocuzione con le Istituzioni europee, in particolare con la Commissione europea, per fare il punto su quali sono gli strumenti e le opportunità che l’Europa mette a disposizione degli enti locali sui temi legati alla cultura e ai valori dello sport per promuovere la crescita e l’inclusione sociale dei giovani.  Grazie alle due giorni si sono gettate le prime basi per una collaborazione fra amministratori locali e ambassador dell’anno europeo dei giovani.

La rete ambassador italiana, voluta dalla Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, sta producendo i primi frutti. Sono intervenuti, nella giornata del 27 settembre, presso l’Ufficio di rappresentanza di Confindustria a Bruxelles: Pierpaolo Settembri – Capo Unità DG MOVE Commissione europea, Luca Perego – Capo Unità DG EAC Commissione europea, Mattia Pellegrini – Capo Unità DG ENV Commissione europea, Adriano Scaletta – Valutatore tecnico presso il Dipartimento per le Politiche Giovanili – Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Mentre nella seconda giornata il confronto tra giovani e rappresentanti delle Istituzioni è proseguito con gli interventi di: Brando Benifei – S&D – Capodelegazione PD al Parlamento europeo, PD, Carlo Fidanza – ECR – Capodelegazione FdI al Parlamento europeo, FdI, On. Paolo Borchia – ID – Membro del Parlamento europeo, Lega, On. Fabio Massimo Castaldo – NI – Membro del Parlamento europeo, M5S e Tiberio Schmidlin – Coordinamento settori Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport – Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Ue.

Queste le dichiarazioni di Aniello Squillante rappresentante del nostro territorio:” Spero realmente che da qui, alla fine dell’anno europeo dei giovani, ci sia la possibilità di collaborare con tutti gli enti locali del Valdarno, affinché si possano cogliere tutte le opportunità giovanili e non che in parte ci derivano anche dall’Unione Europea. In qualità di ambassador dell’Anno Europeo dei Giovani segnalo il bando aperto dal Dipartimento per le Politiche Giovanili – Giovani in Biblioteca – Avviso pubblico per la realizzazione di azioni volte a favorire e sostenere la creazione di spazi di aggregazione destinati alle giovani generazioni nei quali promuovere attività ludico-ricreative, sociali, educative, culturali e formative, per un corretto utilizzo del tempo libero (Home – Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale). Questa – conclude squillante – potrebbe essere un importante iniziativa da cogliere al volo per reperire risorse, sempre più carenti negli enti locali, per realizzare attività rivolte ai giovani.”