martedì, Novembre 29, 2022

L’Aquila lotta alla pari in casa della capolista Fiorenzuola ma cede le armi di misura. Decide la rete di Stronati

FIORENZUOLA – AQUILA MONTEVARCHI 1 – 0
FIORENZUOLA (4-3-3): Battaiola; Danovaro, Cavalli (22′ Frison), Quaini, Oddi; Oneto (82′ Bondioli), Currarino, Stronati; Sartore (70′ Fiorini), Mastroianni (70′ Mamona), Morello (82′ Scardina). A disposizione: Sorzi, Potop, Anelli, Coghetto, Sussi, Arduini, Di Gesù, Areco. Allenatore: Tabbiani.
AQUILA MONTEVARCHI (4-3-1-2): Giusti; Lischi, Bertola, Gennari, Chiti (75′ Boccadamo); Amatucci, Nador (69′ Biagi); Saporiti (70′ Alagna); Giordani (75’Barranca); Kernezo (81′ Cerasani), Italeng. A disposizione: Mazzini, Rossi, Jallow, Mané, Marcucci. Allenatore: Malotti.
ARBITRO: Djurdjevic di Trieste. Assistenti: Martinelli di Seregno e Pinna di Oristano. Quarto ufficiale: Esposito di Napoli.
MARCATORE: 31′ Stronati.
Non è un passo indietro, almeno sul piano della prestazione, anche se anche l’Aquila conosce la legge casalinga del Fiorenzuola, rimasto capolista del girone B insieme alla Reggiana. Decide la rete di Stronati poco oltre la mezzora del primo tempo, sull’unica vera disattenzione della difesa rossoblù, ma gli aquilotti, incitati costantemente dai tifosi giunti in Emilia, restano sempre in partita e fino all’ultimo tentano di raggiungere un pareggio che, a conti fatti, sarebbe stato meritato.
La cronaca
Roberto Malotti torna a sedersi in panchina ed è già una buona notizia. Schierato con Giordani dietro Italeng e Kernezo, il Montevarchi per una ventina di minuti contiene al meglio la capolista e si fa vedere anche in avanti, pur senza impegnare il portiere di casa Battaiola. Brivido poco oltre il quarto d’ora quando Bertola, al rientro e all’esordio da titolare, sfiora con il braccio un cross in area. Vicino all’azione l’arbitro fa proseguire.
Col passare dei minuti il Fiorenzuola cresce e passa su palla inattiva. Dall’angolo Quaini trova lo stacco vincente di Stronati, lasciato libero di colpire di testa.
Reagiscono con personalità gli aquilotti che si fanno vivi con Italeng – ottima la sua prova – al 37′ e con un destro largo di Amatucci al 39′. Si va però al riposo sul minimo vantaggio degli emiliani.
La ripresa si apre con una parata d’autore di Giusti sull’incornata di Mastroianni (52′) ma Amatucci e compagni, riprendono il pallino del gioco e fanno la gara. Proprio il capitano al 57′ impegna dalla distanza l’estremo piacentino, poi Italeng sfugge a Frison e s’invola verso l’area ma è fermato per un fallo discutibile. Lo stesso attaccante di scuola Atalanta inventa al 60′ un pallonetto dalla distanza che si perde a lato. Si susseguono i cambi da ambo le parti e riassapora uno spezzone di match pure Francesco Barranca, archiviando il lungo stop per infortunio.
Il Fiorenzuola, che riparte solo al 69′ con il tiro – cross di Oddi respinto da Giusti e messo fuori da Currarino, si limita a difendere e accusa la pressione generosa dei montevarchini che sfiorano il bersaglio con Italeng e il nuovo entrato Alagna.
Al triplice fischio la leader del torneo si gode il successo in un incontro complicato, mentre il Montevarchi si rammarica per non aver portato a casa un risultato positivo che sarebbe stato legittimato dalla qualità della prestazione.
Mercoledì prossimo, intanto, turno infrasettimanale di campionato e i ragazzi di Malotti ospiteranno alle 18 la Virtus Entella.