martedì, Novembre 29, 2022

San Giovanni. Al via i corsi dell’Accademia della Nunziata. Calendario ricco di eventi

Domani, mercoledì 19 ottobre alle ore 17, a San Giovanni prenderanno il via i corsi dell’Accademia della Nunziata con la lezione inaugurale che si terrà a Palomar Casa della cultura dal titolo “L’agricoltura in Valdarno, dai Medici ai Lorena”.
L’Accademia della Nunziata riprende la sua attività con un’offerta di corsi che spaziano dall’agricoltura all’arte, dalla storia alla tradizione, dalla musica alla comunicazione senza tralasciare letteratura, identità e psicologia. Organizzati con il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno, le lezioni sono pensate per soddisfare l’interesse di un pubblico sia adulto che giovanile e si terranno nella sala Acli di via Roma.

Le parole del Sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, della presidente dell’Accademia della Nunziata Paola Conti e della vice presidente Anna Tani

Come spiegato nel dettaglio dalla docente Anna Tani, il primo incontro, domani alle 17 a Palomar sarà tenuto dal professor Giovanni Cipriani, professore all’università di Firenze. “L’Agricoltura in Valdarno – Dai Medici ai Lorena”, creerà immagini descrittive delle antiche coltivazioni che hanno costituito fonte di derrate per le città vicine, in particolare Firenze,e sopravvivenza per le popolazioni residenti. Da scoprire, infatti, come fin dal XVIII secolo, la valorizzazione dei vini del Valdarno con i “Lorena” abbia contribuito a migliorarne l’economia e a creare uno dei primi marchi Doc.
Mercoledì 26 ottobre e 2 novembre il ricercatore Nedo Migliorini toglierà la polvere su personaggi ed eventi del Risorgimento in Valdarno. 
Seguirà il  corso “Tradizioni e FolKlore”: Carlo Fabbri, storico locale, coinvolgerà “Tra serio e faceto-feste civili e religiose”, facendo emergere lo spirito popolare. 
Il 16 novembre lo chef, Rosario Caruana, docente dell’ indirizzo alberghiero dell’ISIS Vasari di Figline Valdarno, tratterà “Identità di un territorio attraverso l’equazione del gusto: Il sapere sta al  fare come il buono sta al bello”  con degustazione del “Boccone della felicità” e “Eccellenze del Valdarno in coppa”.  
Terzo corso “la Magia della Musica”,  J. S. Bach,  al centro con Salvatore Dell’Atti, musicologo e compositore,  il cui sguardo si soffermerà sulla figura del grande compositore e sulle opere monumentali, oltre all’ ascolto di brani che faranno capire il suo valore geniale  e l’ influenza che eserciterà nei musicisti di tutti i tempi. Mentre l’artista Daniele Malvisi farà comprendere “ Perché ai jazzisti piace tanto Bach?”.
Il programma proseguirà poi altri corsi nel 2023 fra cui “la psicologia della comunicazione”, “il realismo nella pittura”, “come il Toscano si costruisce la vita” e “la donna nel mondo greco”.