martedì, Novembre 29, 2022

La Sangiovannese pareggia ad Orvieto

Primo tempo positivo, seconda frazione di gara sottotono. Risultato finale 0-0. Questo è il film della gara della Sangiovannese quest’oggi ad Orvieto contro la formazione umbra, ultima in classifica, ma che in settimana ha cambiato allenatore. In panchina Fiorucci, ex Arezzo, e la differenza in effetti si è vista, come spesso accade quando c’è un cambio della guida tecnica. La squadra di casa ha giocato soprattutto un secondo tempo di livello, sfiorando il gol in più di una circostanza. La formazione di Aldo Firicano molto meglio invece nella prima frazione di gara, condita da una traversa. I valdarnesi hanno creato anche altri grattacapi alla retroguardia dell’Orvietana. Ma nel secondo tempo c’è stato un calo che dovrà essere approfondito dallo staff tecnico azzurro. Il risultato di parità è tutto sommato giusto.
Parte forte la formazione valdarnese e dopo due soli minuti grande tiro in porta di Zhar con Rossi che riesce a deviare in calcio d’angolo. La gara sale di tono e diventa comunque equilibrata. Un minuto dopo è molto bravo Manunta a liberare la propria area di rigore a seguito di un azione che stava iniziando a farsi pericolosa. Al 10′ è invece Cipriani a parare centralmente una conclusione di Nicodemo. Al 24′ l’Orvietana reclama un calcio di rigore per un presunto fallo ai danni di Tomassini ma il direttore di gara lascia continuare. Al 43′ la palla goal piu clamorosa della partita ad appannaggio della Sangiovannese. Cross di Zhar e Boix, da due passi batte a rete ma colpisce la traversa. Il tempo si chiude con il risultato di parità ma con un po’ di amaro in bocca per gli azzurri che proprio nel finale avrebbero potuto passare in vantaggio.
Il secondo tempo si apre con i padroni di casa che avanzano il baricentro del gioco e si rendono maggiormente pericolosi. Al 10’ conclusione di Onishchenko con parata centrale di Cipriani. Tre minuti dopo ci prova dalla distanza Nicodemo, la sfera termina fuori. Buona la partenza degli umbri che nonostante l’ultimo posto in classifica si dimostrano avversario tutt’altro che morbido e la Sangiovannese soffre in questa ripresa, decisamente troppo. Attorno al quarto d’ora finalmente gli azzurri iniziano a mettere il naso fuori prima con Zhar che conclude fuori e poi con Miccoli che conclude dalla lunga distanza impegnando il portiere del l’Orvietana. Ma il pericolo è sempre dietro l’angolo e al 22’la squadra di casa pareggia anche il conto dei legni.
Tiro cross di Rinaldi, leggermente deviato da Cipriani, che colpisce la traversa. Continuano a spingere gli umbri e due minuti dopo un tiro di Di Natale costringe ancora alla parata Cipriani. Decisamente sottotono in questo secondo tempo la prestazione della Sangiovannese. Al 34′ i padroni di casa vanno ancora una volta vicini al vantaggio. Omohnria da posizione assai favorevole conclude alto. Brivido anche per i tifosi giunti dal Valdarno. L’ultimo della partita, che finisce 0-0.