lunedì, Novembre 28, 2022

Terminati i lavori della nuova biblioteca di Incisa. L’inaugurazione è prevista entro la metà del 2023

Presto ad Incisa ci sarà una nuova biblioteca.Sono infatti giunti a conclusione i lavori strutturali dell’edificio in piazzale Mazzanti. Un luogo di studio, di incontro e di socialità, in pieno centro e facile da raggiungere. Ben servito dai parcheggi, vicino ai giardini pubblici, aperto tutti i giorni e pronto a vivere anche oltre l’orario di apertura.La struttura, completamente nuova, ha una superficie di circa 300 metri quadrati, costruita nell’area dove sorgeva l’edificio inutilizzato degli ex Macelli. L’ingresso è nella zona centrale, con un locale per l’accoglienza degli utenti e una piccola sala lettura sul retro. A destra rispetto a questa, la sala lettura grande, un’aula adatta allo studio e alla consultazione dei volumi. Nella parte sinistra c’è invece una sala polivalente, dedicata alla lettura e allo studio nell’orario di apertura ma progettata in modo da poter ospitare incontri, attività, laboratori e altre iniziative. All’esterno, un’ampia tettoia dal disegno curvilineo ripara dalla pioggia il percorso pedonale di accesso ai locali e le larghe vetrate che danno luce alle sale. La biblioteca è dotata di un impianto fotovoltaico e di una pompa di calore che consentono di coprire circa il 50% del fabbisogno energetico. La costruzione della nuova sede consentirà inoltre di risparmiare il canone di affitto dei locali di piazza Parri, dove attualmente è ospitata la biblioteca “Gilberto Rovai”, per circa 15mila euro all’anno, oltre ad aver eliminato i costi di manutenzione degli ex Macelli di cui ha preso il posto.

 

L’opera ha avuto un costo complessivo di circa 800mila euro, di cui 214mila finanziati dalla Regione Toscana nell’ambito di un bando per la riqualificazione delle sponde dell’Arno. Dopo la rescissione del contratto con il primo assegnatario dei lavori, nei mesi scorsi il Comune ha avviato un’azione legale per recuperare i maggiori costi dovuti alle inadempienze della ditta. Ad oggi, con il procedimento ancora in corso, sono stati recuperati 50mila euro. Terminati i lavori, come da cronoprogramma, la ditta assegnataria sta completando le ultime rifiniture.A inizio 2023 verrà avviata la gara per la fornitura degli arredi, alla quale seguirà il trasloco dall’attuale sede di piazza Parri. L’inizio delle attività è previsto entro la metà del 2023.

Sentiamo la sindaca di Figline Incisa Giulia Mugnai e l’assessore alla Cultura Dario Picchioni

 

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice