martedì, Novembre 29, 2022

Figline. Prende vita il Bosco didattico realizzato da Unicoop Firenze alla scuola primaria Del Puglia

E’ partita questa mattina presso la scuola primaria Del Puglia di Figline la piantagione del Bosco didattico che verrà realizzato da Unicoop Firenze nell’ambito delle proposte educative 2022/2023. Dedicate ad affrontare tematiche attuali ed urgenti come ambiente, solidarietà, cultura e benessere, le proposte educative Unicoop Firenze quest’anno hanno presentato interessanti novità progettate sul territorio, con le scuole e le sezioni soci Coop. Una di queste riguardava la creazione di un Bosco didattico, nell’ottica di trasformare l’area verde intorno alla scuola in un laboratorio di biodiversità. Questa mattina dunque l’avvio del percorso che vedrà interagire i bambini della scuola con il bosco, con l’obiettivo di farli accompagnare nella crescita e nelle attività didattiche e ricreative da un nuovo “compagno di giochi”. All’iniziativa erano presenti i bambini e le insegnanti della scuola primaria, Francesca Farini, Assessora all’Istruzione del Comune di Figline Incisa e alcuni consiglieri della sezione soci Coop Valdarno Fiorentino. L’inaugurazione del bosco realizzato da UniCoop, che è in programma venerdì alle 10.30, si inserisce tra le attività inaugurali di ‘Autumnia’, la maxi-fiera dedicata ad Ambiente, Alimentazione e Agricoltura in programma il prossimo fine settimana nel centro storico figlinese.

 

Chiamato anche foresta giardino, il Bosco didattico è una coltivazione multifunzione in cui trovano collocazione alberi di prima grandezza, piante da frutto, erbe medicinali, ortaggi e tanto altro, in sinergia con le piante spontanee e gli animali. Gli alberi da frutto sono al piano superiore, mentre al di sotto ci sono arbusti di bacche commestibili, piante perenni e annuali. Insieme creano relazioni per formare un ecosistema in grado di ottenere elevate produzioni di cibo con meno manutenzione. Le specie individuate per la piantagione del bosco comprendono il tiglio, che garantisce in autunno – inverno una pacciamatura naturale con le sue foglie che degradandosi apportano azoto al terreno e diversi arbusti da bacca senza spine negli anni permetteranno la creazione di passaggi, cunicoli, percorsi in cui i bambini si immergeranno letteralmente nella foresta, oltre ad altre piante come melograno, corbezzolo, nocciolo, sambuco, ma anche mirto, rosa canina, alloro, timo serpillo, santoreggia e ginepro.

 

 

 

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice