martedì, Novembre 29, 2022

A gennaio taglio del nastro della Cittadella dello Sport di San Giovanni. Intitolato a Ruben Bindi il campo di calcio a 5

I lavori si concluderanno entro fine anno, ma l’inaugurazione ufficiale si terrà dopo le festività natalizie. L’inizio del 2023 regalerà a San Giovanni la nuova Cittadella dello Sport, che sta prendendo sempre più forma nell’area nord della città. In zona Calvani-Veliero sono già stati ultimati gli interventi per realizzare due nuovi campi di calcio a 8 con un manto in erba sintetica. Ma l’intervento, quasi un milione di euro di investimenti, ha compreso anche l’adeguamento nel complesso dell’antistadio Rino Ciantini, con la ristrutturazione della Casa del Merlo, ovvero il rifacimento della pavimentazione, degli impianti tecnologici, dei rivestimenti e la sostituzione dei servizi igienici. Lavori anche al Pallone tensostatico con il relativo spazio verde di pertinenza. A disposizione degli sportivi anche un nuovo campo da padel ed un campo di calcio a 5 in sintetico. Sono stati poi installati nuovi proiettori a led nell’area del Calvani, sistemate le reti di recinzione perimetrale, realizzati nuovi punti di ristoro. Gli accessi sono stati poi adeguati alle nuove normative con la separazione tra pubblico ed atleti. Prevista poi la piantumazione di alcune piccole essenze vegetali autoctone. Ad aggiudicarsi i lavori, un raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla Marzocco Sangiovannese, dal Consorzio Faros di Firenze e dallo Studio di Architettura Stp di San Giovanni.
Con questi nuovi impianti sarà possibile aumentare il carico di gioco e di allenamento del centro sportivo Mauro Calvani e l’erba sintetica consentirà un utilizzo della struttura anche durante il periodo invernale. C’è poi un altro aspetto di grande significato. La cerimonia di inaugurazione, infatti, consentirà di intitolare la cittadella e la piazza dove sorge lo stadio Fedini a tre grandi uomini di sport della città e il campo di calcio a 5 ad un giovane atleta che ci ha lasciato troppo presto. Nello specifico il centro sportivo dove sorgono i campi del Veliero e del Calvani saranno nel segno di Graziano Gioli, ex presidente della Marzocco Sangiovannese, scomparso nel 2020 a causa del Covid. La piazza sarà invece intitolata ufficialmente ad Arduino Casprini, grande imprenditore e patron azzurro a cavallo del nuovo millennio, morto per un incidente stradale il giorno di Santo Stefano del 2004. E ad un altro grande presidente del Marzocco, Ivo Giorgi, che ha vissuto in prima persona l’epopea della Sangiovannese degli anni settanta sarà intitolato il complesso sportivo dell’antistadio. Una targa dedicata a Ruben Bindi, giovanissimo calciatore sangiovannese scomparso lo scorso anno a seguito di un drammatico scontro con il suo motorino, sarà invece affissa al nuovo campo di calcio a 5 in sintetico.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile