lunedì, Febbraio 6, 2023

Messa in sicurezza idraulica e decoro urbano al parco fluviale di Levane. Bocciata la mozione del Pd: “Per la maggioranza non è una priorità”

Messa in sicurezza idraulica e decoro urbano del parco fluviale di Levane al centro di una mozione proposta in Consiglio comunale dal gruppo del Partito Democratico. Il consigliere Luciano Rossetti aveva presentato il documento, condiviso anche da Avanti Montevarchi, per la riqualificazione dello spazio verde, facendosi portavoce di numerosi residenti preoccupati per le condizioni dell’area e che nel tempo hanno segnalato criticità evidenti, come il potenziale pericolo dovuto a movimenti franosi delle sponde del torrente sul quale si sviluppa il sentiero fino a Bocca d’Ambra e gli odori nauseabondi provenienti dal collettore fognario nella zona. E ancora il cattivo stato delle recinzioni e delle staccionate, dei giochi per i bambini e dell’area di sgambatura cani ancora priva di cestini per la raccolta degli escrementi e di una fontanella per abbeverare gli animali. Infine, ha sottolineato l’esponente di opposizione, la mancata cura di piante e arbusti con rami spezzati dal vento lasciati a terra e un taglio dell’erba insufficiente.
Da qui il sollecito agli amministratori a riqualificare in toto il parco con interventi puntuali di manutenzione e ad adoperarsi con gli enti competenti per verificare i cedimenti spondali, ripristinando le condizioni di sicurezza.
Al momento del voto la mozione è stata bocciata: “A quanto pare – commentano i consiglieri Pd – per la maggioranza la messa in sicurezza idraulica del torrente Ambra, i parchi e il verde pubblico non sono una priorità. Inutile farsi belli con premi dove ci descrivono come virtuosi se poi la realtà che vivono cittadine e cittadini è un’altra. Dispiace che la nostra mozione sia stata respinta, ma probabilmente non c’è volontà da parte dell’amministrazione di migliorare la nostra Montevarchi”.