giovedì, Febbraio 2, 2023

Al volante dopo aver alzato il gomito e assunto droga. Denunce e patenti ritirate dai Carabinieri della Compagnia di San Giovanni

Denunce e patenti ritirate per guida sotto l’effetto di alcool e droga. E’ il risultato del lavoro dei Carabinieri della Compagnia di San Giovanni che hanno intensificato i controlli negli ultimi giorni per garantire la sicurezza stradale.
I militari di Bucine hanno deferito all’autorità giudiziaria un 30enne originario del Centro-America, con alcuni precedenti di polizia, fermato nella tarda mattinata a Terranuova Bracciolini. Alla vista della pattuglia, aveva cercato di sottrarsi al controllo invertendo la marcia della sua utilitaria che però era stata rintracciata pochi minuti dopo. L’automobilista sin da subito ha manifestato sintomi che facevano ritenere si fosse posto alla guida sotto l’effetto di allucinogeni e dalle analisi di laboratorio è risultato positivo a cocaina e oppiacei. Per questo è stato denunciato e segnalato alla Prefettura di Arezzo quale assuntore di stupefacenti.
Si era messo al volante nel cuore della notte dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo e fumato cannabis e aveva causato un incidente, invece, un altro cinquantenne denunciato dai Carabinieri di Cavriglia. Alle 2 del 20 novembre scorso mentre percorreva via Mandri a Castelfranco Piandiscò, l’uomo era finito fuori strada e nell’urto contro un ostacolo fisso aveva distrutto la sua auto. Dalle analisi svolte all’ospedale della Gruccia è emerso che il tasso alcolemico nel sangue era superiore a 1,5 g/l e che aveva assunto cannabinoidi. Deferito alla Procura della Repubblica di Arezzo e segnalato alla Prefettura, il valdarnese si è visto anche ritirare la patente di guida.
Patente ritirata, denuncia e segnalazione alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti, infine, anche per un giovane del Valdarno fiorentino, fermato dai Carabinieri di Montevarchi nei pressi del casello A1 di Terranuova. A insospettire i militari la velocità elevata della vettura guidata dal ragazzo che viaggiava con alcuni amici. Alla richiesta dei documenti ha mostrato segni di nervosismo e sintomi che facevano ritenere si fosse messo al volante sotto l’effetto di droghe. Dai successivi accertamenti è risultato positivo a cocaina e cannabinoidi.