domenica, Gennaio 29, 2023

Gli studenti sangiovannesi possono diventare storici dell’arte. Prosegue il concorso legato alla mostra su Masaccio e Angelico

Produrre un testo ispirato a due delle opere in mostra a San Giovanni Valdarno, ovvero la Madonna del Solletico di Masaccio, di proprietà delle Gallerie degli Uffizi, Firenze o l’Annunciazione di Beato Angelico, collocata al Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie. Questo il compito che hanno gli studenti delle scuole superiori di primo e secondo grado della città. C’è infatti ancora un mese di tempo per “provare a diventare dei giovani storici dell’arte”. L’iniziativa rientra nel concorso “Una questione di sguardi”, ed è stato indetto in occasione della mostra “Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura” . E’ stato pensato sulla falsa riga del concorso nazionale indetto nel 1959 dall’Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte, la cui giuria era presieduta dallo storico e critico d’arte Roberto Longhi.
Sulla base dell’osservazione delle opere – possibilmente fatta di persona – i ragazzi dovranno produrre un saggio che descriva e interpreti a loro modo le due opere d’arte.
“Vorrei ora insistere, sia pure concisamente – diceva Longhi nel discorso tenuto durante la premiazione del concorso del 1959 – sulla singolarità della prova, che consisteva nel porre i concorrenti non già alle prese con un tema soltanto enunciato in carta, ma di fronte ad un’opera d’arte in carne ed ossa; e sulla quale essi volessero dire tutto ciò che sapevano e, soprattutto, vedevano o credevano di vedere”.
Gli elaborati degli studenti verranno esaminati da una giuria composta dal presidente dell’Università Statale di Milano Giovanni Agosti, dallo scrittore Andrea Bajani, da Keith Christiansen del Metropolitan Museum di New York, dalla Direttrice della Pinacoteca Nazionale di Bologna Maria Luisa Pacelli e dalla Presidente di ANISA per l’educazione all’arte – Aps Clara Rech. Per consegnare i saggi c’è tempo fino al 15 gennaio 2023 e il vincitore sarà proclamato in occasione di Testo 2023, manifestazione dedicata al mondo dell’editoria che si svolgerà a febbraio del prossimo anno presso la Stazione Leopolda. La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi avverrà alla presenza del Sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, della giuria del concorso, del direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, del Presidente della Fondazione Longhi Cristina Acidini, e del Curatore Emerito del Philadelphia Museum of Art, Carl Brandon Strehlke.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile