venerdì, Gennaio 27, 2023

Investimenti finanziari: quali opportunità con il trading online nel 2023?

Nonostante il rally rialzista innescatosi nelle ultime ottave sui mercati internazionali abbia risollevato almeno parzialmente le performance year to date della maggior parte delle asset class, il sentiment per il medio e lungo termine rimane abbastanza negativo. Difatti la tempesta perfetta -concomitanza di problematiche legate al quadro macroeconomico e fattori esogeni come la crisi geopolitica– che è si abbattuta sugli investimenti finanziari ha minato le certezze dei risparmiatori tanto da spingere molti di loro a destinare una parte delle proprie risorse al trading di breve termine. E siccome le aspettative degli addetti ai lavori per i mesi a venire convergono verso uno scenario ancora caratterizzato da alta volatilità, la ricerca dei temi più interessanti per il 2023 sottende comunque un approccio operativo orientato alla speculazione.

Anche se quello appena descritto è un modus operandi abbastanza complesso, in quanto richiede la padronanza di specifiche competenze e determinate abilità, è opportuno prendere in considerazione la possibilità di dedicare una parte delle allocazioni di portafoglio all’esecuzione di trade tattici, per creare una diversificazione di strategie. È risaputo che molti risparmiatori nutrono nei confronti del trading online una certa diffidenza, ma oggi è possibile approfondirne tutti gli aspetti, per valutarne l’efficacia in relazione alle personali esigenze di investimento. A tal proposito è possibile consultare la sezione “trading online recensioni” di Tradingonline.blog, portale di formazione finanziaria sempre ricco di spunti di riflessione sul mondo degli investimenti.

Trading online e intermediari autorizzati

 

Gli interrogativi della maggior parte delle persone ruotano infatti attorno a punti cardine abbastanza ricorrenti e riguardano le difficoltà riscontrabili nell’implementazione di una strategia di trading, l’affidabilità dei soggetti che consentono si eseguire questo tipo di operatività e la quantificazione dei risultati che si possono generare con il giusto approccio ai mercati.

Come evidenziato su tradingonline.blog, essendo il fattore sicurezza l’aspetto più importante in assoluto, è bene mettere subito in chiaro che, per non incorrere in truffe ed essere sicuri che i risparmi personali godano di tutte le forme di garanzia previste dalla normativa, è sufficiente rivolgersi a soggetti autorizzati ad erogare servizi di intermediazione; inoltre, quando si effettua un versamento sul proprio account, bisogna sempre verificare la corrispondenza fra i dati di chi alimenta il deposito e i dati del titolare del conto di destinazione.

Trading online: come costruire una strategia operativa

 

All’interrogativo sulla difficoltà di implementazione di una strategia di trading si è parzialmente risposto in precedenza: questo tipo di operatività, infatti, richiede skills e un certo know how, tuttavia è opportuno sottolineare che oggi, grazie ai servizi offerti da alcune realtà, è possibile accedere gratuitamente a dei percorsi di formazione tarati in base alle esigenze degli utenti.

Inoltre vi sono dei sistemi che surrogano la gestione degli investimenti in prima persona e permettono di costruire un modus operandi in modo passivo. Dai segnali di trading alle piattaforme di copy trading sono vari i dispositivi attraverso cui si possono replicare su un proprio conto i trade condivisi da terzi, che dimostrano di avere un buon track record nell’operatività sui mercati.

Trading online con piccoli capitali

 

Grazie ai sistemi di sharing quindi chiunque è in condizione di generare valore, eseguendo strategie di trading sulle varie asset class, ma rispondendo all’interrogativo, inerente la possibilità di rendere tale attività un vero e proprio lavoro da cui trarre sostentamento, è importante evidenziare la necessità di disporre di capitali di una certa rilevanza.

Allo stesso modo però nessuno impedisce di scalare l’attività, partendo da somme più contenute: i broker online, ad esempio, consentono di attivare un conto reale con piccoli importi; quindi con il giusto approccio e mantenendo una ferrea disciplina, non si esclude a priori che si possa costruire poco alla volta un patrimonio che permetta di vivere di trading.