martedì, Febbraio 7, 2023

Grande successo per la campagna a sostegno della donazione di sangue da parte di Unicoop Firenze

La campagna di Unicoop Firenze per la promozione della donazione di sangue e plasma è appena partita ma i risultati non si sono fatti attendere: dal 12 al 18 dicembre, nelle 70 postazioni allestite nei Coop.fi toscani, all’appello per la donazione del sangue e del plasma hanno risposto ben mille nuovi potenziali donatori che, nei prossimi giorni, potranno sottoporsi al primo screening necessario per poi diventare donatori effettivi di sangue e plasma. L’importante risultato è stato raggiunto grazie al contributo delle sezioni soci Coop e degli oltre 500 volontari delle associazioni Anpas, Avis, Cri e Fratres che hanno presidiato le postazioni, fornito informazioni e raccolto i nominativi dei nuovi potenziali donatori.
Un numero incoraggiante, che dà conferma della generosità dei cittadini e della forza di legami sociali solidali che, storicamente, caratterizzano il territorio toscano e fa sperare in un 2023 ricco di nuovi donatori e donazioni di sangue e plasma, indispensabili per la realizzazione di farmaci plasmaderivati, per effettuare gli interventi chirurgici programmati, le terapie oncologiche, come supporto alle malattie degenerative e alle attività dell’emergenza/urgenza di cui ogni cittadino, un giorno, potrebbe avere bisogno.
La campagna promossa da Unicoop Firenze, in collaborazione con Regione Toscana e le associazioni di volontariato Anpas, Avis, Cri e Fratres, nasce infatti dai numeri delle donazioni che, in Toscana, registrano un andamento negativo, soprattutto per il plasma: attualmente i donatori sono 114mila, per un totale di 204mila donazioni l’anno ma la tendenza degli ultimi anni è quella di una progressiva decrescita del numero dei donatori. Da qui l’invito, promosso da Unicoop Firenze con la campagna avviata a Natale, a farsi avanti per donare: un invito che resta valido anche nei giorni di festa, in cui i centri raccolta sono aperti, e che Unicoop Firenze rilancerà anche nel 2023, con attività di sensibilizzazione dei cittadini e iniziative rivolte ai più giovani, rispetto ai quali stimolare una cultura del dono solidale.