domenica, Gennaio 29, 2023

In vista delle feste di fine anno l’Enpa Valdarno torna alla carica: “no ai botti di San Silvestro, salvaguardiamo i nostri animali”

In vista delle festività di fine anno, l’Enpa Valdarno, associazione animalista, è tornata su un vecchio cavallo di battaglia, che punta a salvaguardare la salute degli animali e ad evitare loro traumi in occasione dei cosiddetti botti di San Silvestro. “Ci sembra surreale, ogni anno, dover combattere ancora per questa battaglia! – ha detto l’Enpa – Una battaglia che fa emergere lo strettissimo legame che intercorre tra diritti animali e ambientali! Due temi che non vanno mai tenuti separati, perché non lo sono! No ai botti, si può festeggiare anche senza le bombe di fine anno”. Panico, terrore, A volte anche la morte. Queste le possibili conseguenze che possono capitare agli animali domestici durante lo scoppio di petardi. Per questo l’associazione ha chiesto nuovamente di evitare questa che è diventata ormai una consuetudine. Un appello puntualmente caduto nel vuoto, nonostante anche le ordinanze di alcuni comuni che hanno vietato lo scoppio dei botti in alcune aree della città più sensibili.
Non è raro che gli animali, impauriti, scappino dai giardini e dai cortili perdendosi o finendo investiti. Animali più anziani o cardiopatici possono morire d’infarto. E anche la fauna selvatica, uccelli e animali dei parchi e dei boschi, spaventata dal frastuono e dalle improvvise luci si disorienta schiantandosi contro alberi, muri, vetrate, cavi elettrici o finendo sotto le auto.