lunedì, Febbraio 6, 2023

Esenzioni in sanità per i lavoratori colpiti dalla crisi, confermate fino al 2023 le misure di sostegno

Sono confermate fino al 31 dicembre 2023 le misure straordinarie che in Toscana esentano dalla partecipazione alla spesa per le prestazioni specialistiche di ambulatorio i disoccupati, i lavoratori collocati in cassa integrazione o contratto di solidarietà difensivo ed i lavoratori iscritti nelle liste di mobilità che abbiano ISEE fino a 18 mila euro.
La giunta della Toscana ha infatti confermato per tutto il 2023 la proroga delle esenzioni attraverso una delibera presentata dall’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini.
“Si tratta – ha spiegato Bezzini – di un provvedimento necessario per venire incontro a chi non lavora o ha perso il lavoro, col rischio che la condizione economica di difficoltà possa compromettere controlli e prevenzione”.
Dunque ticket ospedalieri e ambulatoriali cancellati per i lavoratori colpiti dalla crisi economica. Gli uffici preposti hanno stimato in 5 milioni di euro la spesa a carico del bilancio regionale.
Per godere dell’esenzione i cittadini dovranno autocertificare la loro condizione. Il requisito per i disoccupati, che devono necessariamente essere residenti in Toscana, è quello di aver cessato un lavoro dipendente o autonomo ed essere in possesso di dichiarazione di disponibilità immediata presentata al Centro per l’impiego oppure di essere in possesso dei requisiti di reddito del nucleo familiare previsti dalla legge.
Un aiuto importante e significativo per i lavoratori colpiti dalla crisi economica e sociale.