domenica, Febbraio 5, 2023

Operato stamani il giovane di Laterina Pergine caduto da una staccionata. Sequestrate le parti della palizzata che hanno ceduto

E’ stato operato stamani al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena il giovane di 21 anni, residente a Laterina Pergine Valdarno, precipitato nel vuoto con un volo di oltre sei metri dopo essersi appoggiato ad una staccionata la notte di Capodanno. Le condizioni del ragazzo, pur essendo stabili, sono in leggero miglioramento. Il drammatico episodio è avvenuto poco dopo le 4.30 di ieri mattina nei Giardini Guinigi, il parco pubblico a cui si accede dalla Torre trecentesca che sovrasta il borgo medievale di Laterina. Il ragazzo aveva atteso l’arrivo del 2023 insieme ad un gruppo di coetanei in un locale del corso principale laterinese per poi spostarsi nell’area verde e proseguire i festeggiamenti all’aperto. All’improvviso però il clima di festa e il saluto al nuovo anno hanno lasciato il posto allo sgomento quando il recinto in legno su cui si era seduto il ventunenne si è improvvisamente spezzato. Inevitabile la caduta rovinosa: il giovane è prima scivolato per qualche metro sulla scarpata di terra ed erba e poi dal muro a retta alto quasi quattro metri, ricadendo pesantemente sull’asfalto della strada sottostante.
Una scena terribile per gli amici che hanno immediatamente dato l’allarme. Subito si è attivata la macchina dei soccorsi e in pochi minuti sul luogo dell’incidente sono arrivati i sanitari del 118 con un’ambulanza della Misericordia che ha trasportato il ferito al Pronto Soccorso dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia. Qui il paziente è stato stabilizzato e poi, vista la gravità dei traumi riportati, trasferito d’urgenza al nosocomio della città del Palio dove è stato preso in carico in codice rosso. I medici lo hanno posto in stato di coma farmacologico. Stamani l’intervento chirurgico. Dell’ accaduto si stanno occupando i Carabinieri della Stazione di Pergine Valdarno che hanno rimosso e sequestrato le parti della palizzata interessate dal cedimento. Peraltro nella primavera del 2019 l’amministrazione comunale aveva provveduto a sostituire totalmente la recinzione. La zona in cui è verificato l’incidente già dalle prime ore della mattina di ieri è stata transennata e interdetta con tanto di sigilli della Polizia Municipale. “Condividiamo in questo momento la profonda apprensione per la sorte del ragazzo – ha dichiarato il sindaco Simona Neri – ed esprimiamo alla famiglia la nostra vicinanza e quella dell’intera comunità”.