domenica, Gennaio 29, 2023

Tafferugli in autostrada. Decine di tifosi identificati. Parla il Procuratore di Arezzo. “Sicurezza dei viaggiatori messa a repentaglio”

Ieri sera erano già un’ottantina i tifosi identificati Ma il numero è destinato a salire. Proseguono le indagini degli inquirenti per risalire agli autori degli scontri che si sono verificati ieri in autostrada tra i caselli di Monte San Savino ed Arezzo e che hanno coinvolto i tifosi del Napoli e della Roma. Un fatto sconcertante e gravissimo che ha messo a repentaglio la sicurezza degli automobilisti in transito. Ed erano molti, anche di rientro dalle vacanze natalizie. Intanto il tifoso giallorosso che ieri si è recato al pronto soccorso del San Donato di Arezzo per farsi meditare per alcune ferite di arma da taglio è stato arrestato per rissa aggravata.
“Stiamo concentrando tutte le nostre energie e quelle della polizia per arrivare quanto prima all’identificazione dei responsabili di questo gesto folle e assurdo che ha messo a repentaglio la sicurezza dei viaggiatori e ha bloccato una delle principali arterie del nostro Paese”, ha detto stamani il procuratore di Arezzo Roberto Rossi in merito alle indagini sugli scontri.

IL SERVIZIO A CURA DI TELETRURIA CON LE DICHIARAZIONI DEL PROCURATORE ROBERTO ROSSI