sabato, Gennaio 28, 2023

Figline Incisa, tre alberi per ogni neonato. Per il 2023 in arrivo nuovi progetti “green”

I neonati nel 2022 a Figline Incisa sono stati 141. Un numero che il Comune ha deciso di triplicare, decidendo di dedicare più di tre piante a ciascuno di loro. Questo nel rispetto della Legge n. 113/1992, che prevede per i Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti l’obbligo, entro sei mesi dalla registrazione anagrafica di ogni neonato residente e di ciascun minore adottato, di porre a dimora un albero. Il risultato sono 462 piantumazioni solo nel 2022. “Un numero – spiega l’assessore all’Ambiente, Paolo Bianchini – che testimonia l’attenzione del nostro ente verso il verde. Da anni, infatti, tendiamo a superare di diverse decine di unità i numeri minimi previsti dalla normativa, in modo da garantire agli adulti del futuro una città sempre più green. In questo modo, inoltre,- prosegue Bianchini- andiamo a calmierare l’impatto dei tagli che, in caso di pericolosità, sicurezza stradale, malattia o invecchiamento delle piante, siamo costretti a portare avanti: si pensi, per esempio, che a fronte di 110 abbattimenti sono stati non solo ripiantati 462 alberi, ma anche 44 arbusti e 41 fioriture. A questo impegno, si aggiunge il programma annuale di manutenzioni sugli oltre 70 giardini pubblici presenti sul nostro territorio comunale. Inoltre, come Amministrazione comunale, ci sta particolarmente a cuore anche il tema della transizione ecologica, uno dei macro-obiettivi definiti a livello comunitario e internazionale, che troverà concretezza anche grazie al progetto della riforestazione della Gaglianella, presentato proprio ieri ad una delegazione di cittadini della zona. Si tratta di un’opera che riuscirà a rigenerare un’intera porzione della città nel segno della sostenibilità e della mobilità leggera, migliorando sensibilmente la qualità della vita in uno dei nostri quartieri più densamente abitati. Infatti, oltre alle circa 20 specie vegetali diverse che andremo a piantare, riqualificando terreni attualmente dismessi, è prevista un’area gioco per bambini, una per la sgambatura di cani e, successivamente, anche un’area fitness all’aperto, sulla scia di quella già presente ai giardini Dalla Chiesa di Figline”.

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice