lunedì, Febbraio 6, 2023

Giorno della Memoria a Figline Incisa. Venerdì 27 gennaio cerimonia alle Pietre d’inciampo al Brollo

 A Figline Incisa il Giorno della Memoria dedicato alle vittime dell’Olocausto sarà celebrato con una cerimonia pubblica di cura e manutenzione delle Pietre d’inciampo posate un anno fa nella frazione di Brollo, davanti a quella che fu l’ultima casa della famiglia Melauri, da lì deportata nel dicembre 1943 per essere poi assassinata ad Auschwitz. L’iniziativa dal titolo  “Prendersi cura della Memoria”, si terrà venerdì 27 gennaio alle ore 10 ed è organizzata dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale. Saranno presenti, oltre alle istituzioni, anche alcune classi delle scuole medie e dell’ Istituto Marsilio Ficino.Le Pietre d’inciampo furono posate il 27 gennaio 2022 per ricordare Paolo Melauri, la moglie Lea Melauri e la madre di quest’ultima Margherita Prister, la famiglia di origine triestina che, sotto la pressione delle leggi razziali introdotte dal regime fascista, trovò riparo nella campagna figlinese. Fu qui che i Melauri vennero arrestati, condotta nelle carceri fiorentine e quindi deportati ad Auschwitz, dove tutti e tre furono assassinati dalle forze dell’apparato nazista. Le Pietre, in tedesco Stolpersteine, sono un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig, il quale dal 1992 realizza dei piccoli blocchi della dimensione di 10 centimetri per lato, simili a dei sampietrini, ciascuno dedicato a una persona deportata nei campi di sterminio nazisti tra il 1933 e il 1945. Ad oggi ne esistono più di 75mila in oltre 2.000 località d’Europa, cifre che fanno delle Pietre d’inciampo il più grande monumento diffuso del continente. Quelle di Brollo sono le prime Pietre d’inciampo posate nel Valdarno. In occasione del Giorno della Memoria si terrà anche il convegno “Una generazione tra due fuochi. Giuliano Pajetta tra nazifascismo e stalinismo”, un approfondimento sulla figura del politico, partigiano ed antifascista curato dal filosofo Alberto Meschiari e moderato dal professor Bruno Meucci. Si terrà venerdì 27 gennaio alle 10 presso il salone della Misericordia in piazza San Francesco a Figline, a ingresso gratuito. Le celebrazioni proseguono poi sabato 28 gennaio alle 17 allo Spazio soci della Coop.fi di Figline, in via Ungheria, con “Dimenticare mai!”: un pomeriggio di letture teatrali di brani tratti da biografie, saggi, poesie, testi teatrali e canzoni legati alla commemorazione delle vittime dell’Olocausto.

L’intervista al Presidente del Consiglio Comunale Federico Cecoro 

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice